Home Altro Varie

Universit

Law and neuroscience winter school  

Il 23 gennaio alle ore 12.00 nell' aula Foscolo dell'Università di Pavia la lectio inaugurale del Prof. Giacomo Rizzolatti apre una winter School per laureati e dottori di ricerca che si propone di esaminare il rapporto tra neuroscienze e differenti sistemi legali.


The Law and Neuroscience Winter School, i cui corsi si svolgono dal 22 gennaio al 3 febbraio, è organizzata dalla European Center for Law, Science and New Technologies (ECLT)  dell’Università di Pavia, presieduta da Amedeo Santosuosso e diretta da Carlo Alberto Redi e Silvia Garagna.


Al centro dei corsi il legame tra Neuroscienze, Psichiatria e Genetica e il Diritto, in una prospettiva comparatistica e interdisciplinare. Il programma è finanziato da Erasmus-Intensive Programme dell’Unione Europea. Si tratta di un’iniziativa in collaborazione con la European Association for Neuroscience and Law e con la Rheinische Friedrich-Wilhelms-Universität, Bonn (Germany), la University of the West of England, Bristol (UK), l’Université de Liège (Belgium), la Universidad Complutense de Madrid (Spain) e la RadboudUniversiteit Nijmegen (The Netherlands).

L’inaugurazione, il 23 gennaio in Aula Foscolo, proporrà una lectio magistralis del Prof. Giacomo Rizzolatti sul tema"The mirrormechanism: A mechanism for understandingothers", dedicata alla scoperta dei neuroni-specchio.

Il programma completo della Winter School è disponibile sul sito http://www.unipv-lawtech.eu/

Giacomo Rizzolatti nato nell'allora Unione Sovietica, nel 1961 si è laureato in Medicina all'Università degli Studi di Padova ed ha ottenuto nel 1964 la specializzazione in Neurologia.
Dopo tre anni passati presso l'Istituto di Fisiologia dell'Università di Pisa, diretto dal professor Giuseppe Moruzzi, nel 1967 è diventato assistente e successivamente professore ordinario di Fisiologia Umana all'Università degli Studi di Parma, dal 2002 è il direttore del Dipartimento di Neuroscienze della stessa università

Ha trascorso un anno presso il Dipartimento di Psicologia della Università McMaster e un anno come Visiting Professor presso il Dipartimento di Anatomia dell'Università di Pennsylvania.
Dal 1985 al 1986 è stato presidente della European Brain Behavior Society.
È il coordinatore del gruppo di scienziati che nel 1992 ha scoperto l'esistenza dei neuroni specchio, cellule motorie del cervello che si attivano sia durante l'esecuzione di movimenti finalizzati, sia osservando simili movimenti eseguiti da altri individui. Tale scoperta pone una base fisiologica all'empatia.
È membro dell'Academia Europæa, dell'Accademia Nazionale dei Lincei, dell'American Academy of Arts and Sciences e dell'Académie des sciences dell'Institut de France. È membro onorario della Società Italiana di Neuroscienze di cui è stato presidente.