Home Altro Varie

Accolta con devozione e amore filiale la statua della Madonna di Lourdes “pellegrina” a Varazze

Varazze
Varazze -Peregrinatio Mariae

Venerdì 1 dicembre 2023, intorno alle ore 18:00, nella storica e centrale piazza, che ospita la chiesa Collegiata di Sant’Ambrogio Vescovo, la statua della Madonna di Lourdes “pellegrina” a Varazze, è stata accolta con amore filiale da una folla di cittadini e gentili ospiti, in devota attesa.

“Venite qui in processione”, disse la Vergine Maria alla piccola Bernadette Soubirous, allorché apparve nella grotta di Massabielle, a Lourdes, l’11 febbraio 1858, dando inizio a quel grande culto Mariano che ha portato milioni di fedeli in una continua, inesauribile processione per impetrare dalla Madre di Dio, la Sua protezione e la guarigione del corpo e dello spirito.

Nacquero iniziative caritatevoli, da allora, per accompagnare le speranze della sofferenza, tra cui l’UNITALSI, benemerita realtà con 120 anni di ininterrotta attività, un efficiente volontariato a carattere internazionale, la cui sezione di Varazze fu fondata dal Dott. Giuseppe Massone, inesauribile “motore” di iniziative al servizio della comunità in chiave di cristiana solidarietà.
Ai viaggi processionali dei tanti treni della speranza organizzati dall’UNITALSI, la Madonna ha voluto rispondere con Suoi viaggi, per visitare il popolo di Dio e portare un messaggio di speranza e di vita.

L’ultimo ha toccato anche Varazze, venerdì 1 dicembre 2023, con l’arrivo della statua riproducente la Santa Vergine apparsa a Lourdes, proveniente da un lungo itinerario svoltosi nella nostra Diocesi.
Ad accoglierla una gremita piazza S. Ambrogio, dove la folla le ha tributato un affettuoso e commosso “amore filiale”.

Ne è seguita, all’interno dell’omonima chiesa parrocchiale, una S. Messa officiata dal Parroco don Claudio Doglio, presente il capitolo cittadino, le solerti volontarie dell’UNITALSI e le Autorità Civiche, in una calda e raccolta atmosfera di fede.

Nelle parole di don Doglio, preceduto dal presidente UNITALSI, Marco Romano, è emerso il vero significato del culto a Maria apparsa nella grotta di Massabielle, e cioè “il miracolo di Lourdes”, visto come la preghiera singola e corale soprattutto per “gli altri”, nell’osservazione del dolore che ne è la cornice viva e palpitante di quel specifico culto di fede e di speranza.
“Si va a Lourdes per problemi personali e ci si accorge dei problemi, immensi del prossimo, immedesimandosi e pregando per le loro soluzioni”, questo il messaggio in sintesi, che giunge da Lourdes, nelle parole del Parroco di S. Ambrogio. Un invito a guardare attorno a noi, ad un mondo che ha bisogno di noi, in tutte le sue molteplici sfaccettature.

Una bella e sentita manifestazione di genuina fede popolare, questa visita di Maria Santissima a Varazze e nelle varie altre tappe diocesane, che ci pone seri interrogativi per il compito del cristiano di fronte alla sofferenza materiale e spirituale dell’umanità, oggi più che mai necessario in questo panorama di guerre, in cui soltanto l’Altissimo e la nostra Mamma Celeste, possono darci la speranza di un domani di pace e la guarigione dalla malattia dell’egoismo.

La statua della Santa Vergine è poi ripartita per proseguire il proprio “Peregrinatio Mariae”.

(Testo e immagini di Mario Traversi)

www.ponentevarazzino.com