Home Altri sport Motori ADRIATICO DOLCE ED AMARO PER PEDUZZI

ADRIATICO DOLCE ED AMARO PER PEDUZZI

0

immagine a cura di Foto Magnano

Ranica (BG) – È scattato ufficialmente con il Rally Adriatico il programma che vedrà impegnato, a tempo pieno, Filippo Peduzzi nel Campionato Italiano Rally Terra, a bordo di una Peugeot 208 Rally 4 che sarà messa a disposizione da Rally Sport Evolution.

Il pilota di Vimercate, anche iscritto per i colori del team con base a Ranica ed affiancato da Samuele Pellegrino alle note, era al debutto sugli sterrati marchigiani, in un fine settimana votato principalmente all’apprendistato, vista la poca esperienza maturata sulle strade bianche.

Due sole le gare all’attivo prima di questo secondo atto del CIRT, un Liburna chiuso lo scorso anno al quattordicesimo di classe ed al nono tra le giovani promesse al quale aggiungere il ritiro anticipato al Valle del Tevere di inizio stagione, valevole per il Raceday Rally Terra.

Assaggiato il motore sovralimentato in quest’ultima, griffato Ford, il buongiorno di Peduzzi alla sua nuova compagna di avventura veniva dato Sabato, sui primi chilometri dello shakedown.

Montate quattro gomme nuove e già sulla “San Fiorano” il cronometro sanciva un più che positivo nono tempo di classe, su quattordici concorrenti arrivati al controllo stop della stessa.

La progressione iniziava a delinearsi, con Peduzzi che passava ottavo di classe e di Under 25 sulla successiva “Molleone”, nonostante un testacoda che ne comprometteva il parziale.

Ma era la “Montalto Tarugo” a chiudere anzitempo la sua porta della palestra marchigiana.

“Ho visto la Peugeot 208 Rally 4, per la prima volta, allo shakedown” – racconta Peduzzi – “ed arrivando da un Valle del Tevere sfortunato, sulla Ford Fiesta Rally 4, possiamo dire che avevo zero esperienza sulle vetture turbo di questa categoria. Sulle prime due siamo partiti bene, attorno alla metà classifica ma in crescita. Sulla seconda avremmo potuto fare anche meglio ma, per un mio errore, ci siamo girati su una curva. Sulla terza il passo era superiore, probabilmente potevamo essere anche tra i primi, ma sul veloce di una discesa siamo entrati troppo forte su una curva e ci siamo ribaltati. La poca esperienza, ho solo tre gare all’attivo, ha fatto il suo. Sono comunque stato molto contento perchè la vettura va molto forte, è impegnativa da imparare ma sono all’interno di un team davvero professionale. Per questo voglio ringraziare tutta la Rally Sport Evolution, in particolare Claudio Albini e Chiara Corso ma senza dimenticarmi di tutti i meccanici dell’assistenza. Grazie anche a Samuele, mi ha navigato benissimo nonostante la poca esperienza. Grazie a tutti i partners ed all’associazione Venere. Non vediamo l’ora di tornare presto, in campo gara, al volante di questa Peugeot 208 Rally 4.”

Non un’apparizione spot, quella del giovane Peduzzi all’Adriatico, ma un vero e proprio inizio di cammino nella massima serie tricolore per lo sterrato, il quale proseguirà con il San Marino Rally (8 e 9 Luglio), con il Rally Nuraghi e Vermentino (17 e 18 Settembre), con il Rally Città di Arezzo, Crete Senesi e Valtiberina (15 e 16 Ottobre), per chiudere poi idealmente il cerchio con il Rally Liburna Terra (11 e 12 Novembre) dove tutto ebbe inizio nella passata stagione.

Un percorso formativo importante che gli consentirà certamente di crescere e di maturare.