Home Altri sport Motori

Collecchio Corse chiude in bellezza l’IRC a Schio

Collecchio Corse
Edoardo De Antoni, in azione (Foto Mario Leonelli)

Felino (PR)– Si rinnova la festa in casa Collecchio Corse e, dopo i successi conquistati tra le porte emiliane, anche l’International Rally Cup ha portato in dote importanti risultati nella sede di Felino, colti da tutti i portacolori scesi in campo ad un Rally Città di Schio che, tra Venerdì e Sabato scorsi, ha congedato una delle serie più amate in Italia.

Era tra i candidati al titolo più prestigioso, quello assoluto, ma una foratura sulla speciale di apertura è costata cara a Marcello Razzini che, in coppia con Gianmaria Marcomini su una Skoda Fabia Rally2 Evo di By Bianchi Rally Team, si è reso autore di una furibonda rimonta.

Risalito dal venticinquesimo posto al nono nella generale, in gruppo RC2N ed in classe R5 – Rally2 il pilota di Parma archivia il 2023 con la quinta piazza in un IRC vissuto da protagonista.

“Sarebbe stata molto dura portare a casa il titolo” – racconta Razzini – “ma, finchè la matematica ci teneva in gioco, volevamo provarci. Purtroppo tutto è andato in fumo già sulla prima speciale, dove abbiamo perso parecchio tempo con una foratura, ma non abbiamo mai mollato. Al Sabato siamo riusciti a recuperare parecchie posizioni, tornando tra i migliori dieci assoluti e portando a casa la quinta piazza finale in campionato. Grazie a tutto il team, alla Collecchio Corse ed al suo presidente Gianni, ai partners, a Gianmaria Marcomini ed a Filippo Alicervi. Grazie al grande Andrea Freschi, una certezza tra i tanti che credono sempre in me.”

Rimanendo nella classe regina bella la settima piazza assoluta, in gruppo RC2N ed in classe R5 – Rally2 conquistata da Martina Musiari, alle note di Antonio Rusce su una Skoda Fabia RS Rally2 di Delta Rally, autore di un Città di Schio solido e sempre tra i migliori della generale.

Colpo di reni da maestro per il giovane Edoardo De Antoni, alla sua destra Federica Mauri su una Renault Clio Rally5 di Vsport, vincitore del Trofeo Rally5 con un sorpasso da cardiopalma.

Il pilota di Camposampiero, partito azzoppato in un IRC iniziato solamente dalla seconda gara, si è confermato una delle promesse più interessanti del panorama nazionale, andando a dominare sulle strade vicentine e concludendo con un doppio successo, in Rally5 ed in RC5N.

Tanta la soddisfazione per il patavino, partito dalla pedana di Schio da quinto in classifica e capace di ribaltare completamente i giochi con una prestazione da consumato campione.

“Il nostro IRC si è concluso non bene ma super bene” – racconta De Antoni – “perchè, pur partendo con una gara in meno, abbiamo retto bene la pressione dettata dal non poter commettere errori. Siamo stati bravi nell’insieme, da me e dalla mia naviga a tutto il team dei fratelli Valla che non ne ha sbagliata una. Abbiamo dato una bella zampata sulla prima, in notturna, dove sapevamo di poter fare la differenza. Sulla seconda del Sabato, causa una leggera toccata, abbiamo perso parecchi secondi e questi ci hanno fatto sudare nella ripetizione della stessa che, per via di un’attribuzione discutibile di tempi imposti, hanno rimesso in gioco tutto. Sull’ultima siamo andati a fuoco, vincendo l’IRC in mezzo ad una ventina di partenti. Grazie a Vsport, a NCA Web ed a Collecchio Corse per aver creduto sempre in noi.”