Home Altri sport Tennis Tavolo

FITET SARDEGNA – Cronache Pongistiche dell’8 settembre 2022

0

Foto Fitet

ANCHE LA SARDEGNA PONGISTICA ENTRA NEL VIVO

 

Due tornei catalizzeranno le attenzioni dei tesserati sardi in questo mese che segna l’inizio dell’attività 2022 – 23. Il 17 e 18 settembre 2022 la Fitet Sardegna, in collaborazione con la Marcozzi Cagliari, organizza un torneo femminile e maschile, presso il Palatennistavolo di via Crespellani. Nel pomeriggio del sabato (apertura impianto 14:30) spazio alla competizione riservata ai 6^ categoria. L’indomani i cancelli aperti dalle 9 saranno varcati dagli specialisti di 5^ e 4^ categoria. A parte l’essenziale banco di prova per testare il fisico dopo la pausa estiva, il concentramento cagliaritano è valido anche come primo appuntamento che qualifica ai campionati italiani.

Il calendario regionale annovera un’altra giornata di gare, domenica 25 settembre a Lanusei con la locale società Sporting che mette a disposizione il Palazzetto “Lixius” (apertura ore 9) per un singolo “Open” riservato a coloro che hanno una classifica superiore alla posizione n. 460. Prevista anche una competizione di doppio Open maschile.

Intanto sono stati pubblicati i gironi dei principali campionati regionali. Le otto squadre che si contenderanno il primato in C2 sono ITC Enrico Fermi Iglesias, Tennistavolo Sassari, Muraverese (che ha scambiato i diritti della C1 con il Muravera TT), TT La Saetta Quartu, Tennistavolo Decimomannu, Guilcier Ghilarza, Tennis Tavolo Guspini, Tennistavolo Carbonia. Nel girone A della D1 (nord) le otto protagoniste sono Tennistavolo Sassari A, Santa Tecla Nulvi B, Tennistavolo Norbello, Guilcier Ghilarza, Libertas Ping Pong Monterosello, Santa Tecla Nulvi A, Tennistavolo Sassari B, Paulilatino. Il girone B meridionale comprende TT Carbonia, Marcozzi Cagliari, Tennistavolo Decimomannu, Azzurra Cagliari, Torrellas Capoterra, La Saetta Quartu, Cagliari TT, Muraverese.

Si comincia nel primo fine settimana di ottobre.

Per la composizione dei gironi di serie D2, serie C femminile e serie C master c’è invece ancora da aspettare.

 

PPK: ANNA E FEDERICO SORPRENDONO IL TECNICO DURANTE LA SETTIMANA IN UMBRIA

 

Il quattordicesimo posto finale su 17 delegazioni presenti non deve trarre in inganno. Il binomio sardo composto da Anna Dessì (Muravera TT) e Federico Casula (Tennistavolo Sassari) ha stupito in positivo il tecnico regionale Francesca Saiu che li ha accompagnati e seguiti al PalaTennistavolo “Aldo De Santis” dove si è consumata l’edizione 2022 del Ping Pong Kids, riservata agli under 11. Le rappresentative regionali presenti hanno condiviso l’esperienza con i colleghi appartenenti alle Scuole di Tennistavolo. Tutti insieme, prima della parentesi agonistica, hanno potuto amalgamarsi durante il momento di crescita targato Summer Camp. Nello snocciolare le singole classifiche che hanno generato quella finale, spicca il decimo posto di Anna nel torneo di tennistavolo, e il sesto di Federico nel TTX.

Francesca Saiu ha seguito prevalentemente il settore femminile, ma sul fronte maschile il famoso Yango ha tenuto d’occhio costantemente Federico in quanto lo ha allenato nel periodo di la collaborazione con il club sassarese.

L’allenatrice di Muravera tesse le lodi per il rendimento dei due atleti: “Considerando la loro fascia di appartenenza si sono espressi molto bene – dice Francesca Saiu – e Anna ha fatto bella figura anche nelle prove motorie”. Riguardo alle loro performances sul tavolo, previo accordo con i tecnici avversari, i due piccoli atleti isolani si sono esposti senza consigli dalla panchina: “Così facendo – continua Saiu – hanno affrontato la gara con molta serenità; considerata la tenera età dei partecipanti, ritengo che il PPK sia una buona occasione per gestirsi da soli, anche perché non ci sono premi o punti in palio”.

Ma per il tecnico sarrabese, quella ternana è stata una permanenza piena di stimoli: “Tra le tante trasferte giovanili collezionate in questi anni da responsabile regionale – conclude Saiu – quella appena vissuta mi rimarrà particolarmente a mente perché, in primis, ho trascorso una settimana divertente con due bambini perfetti sotto tutti i punti di vista: comportamentale, gestione degli spazi, della pulizia, dell’ordine, nel mangiare, nell’impegno profuso durante la settimana. Spero che rientrino a casa con un bagaglio sportivo e di esperienza umana importante e che continuino a lavorare con lo stesso impegno fatto vedere nelle palestre, anche nelle loro rispettive società”.

 

LA MARCOZZI CELEBRA IL PASSATO MA PENSA AL FUTURO

 

Le memorie oratoriane si sommano a quelle legate ad un Palatennistavolo che oggi più che mai sortisce i suoi benefici effetti. La Marcozzi ripercorre cinque decenni di esistenza con una cerimonia godibile, dettagliatamente strutturata, nel tentativo, ben riuscito, di scaldare i cuori dei più nostalgici. Un condensato di vibrazioni che si sviluppa ad alta intensità al punto che il tempo vola e nessuno se ne accorge. Merito di quei campioni/narratori artefici dei quattro scudetti che in Sardegna risultano essere ancora inimitabili. A Mulinu Becciu si ritrovano quasi tutti, ispirati e commossi, pronti a raccontare le emozioni di quei giorni irripetibili. L’acuto marcozziano merita continuità, la ricerca di nuova linfa dirigenziale rimane un punto fermo perché tutto questo ben di dio non va disperso. E soprattutto non deve essere accantonata la mission principale, quella di convivere con i bambini, farli crescere per raggiungere traguardi importanti. Dalla Germania Carlo Rossi, l’esempio più eclatante tra tantissimi che si potrebbero raccontare, saluta i presenti e giustifica l’assenza perché impegnato nientemeno che nella sfolgorante Bundesliga. In platea i dirigenti simbolo Mario Gabba e Raffaele Curcio distribuiscono copie della pubblicazione commemorativa e socializzano con un pubblico accorso numeroso e entusiasta. Tra i big che si complimentano per l’importante traguardo si notano il presidente nazionale della FITeT Renato Di Napoli, la vice presidente della giunta regionale Alessandra Zedda, il numero 1 del CONI isolano Bruno Perra, la sua vice Stefania Soro. Anche il presidente FITET Sardegna Simone Carrucciu si è congratulato con i presenti. Applausi a volontà per i maghi della racchetta presenti: Massimiliano Mondello, Valter Degiorgi, Yang Min, Sergej Ilyukhyn, il tecnico Fabio Ferrero, l’ex presidente Carlo Diana.

 

I PRIMI QUARANT’ANNI DEL MURAVERA TT

 

Anche in periferia, con bacini d’utenza risicati, si possono costruire progetti che portano molto lontano. Nello spegnere quaranta candeline, il glorioso Muravera TT ha un solo grande rammarico: non aver ipotecato almeno uno scudetto femminile a squadre nonostante le due finalissime disputate nei primi anni duemila. Ma essere ai vertici del pongismo nazionale da una cittadina della costa sud orientale sarda è conquista non da poco, costruita anno dopo anno dal caparbio e tenace presidentissimo Luciano Saiu che per dare linfa al suo movimento non si è mai stufato di andare in giro per le scuole a diffondere il verbo pongistico. Grazie a questa indefessa propensione al proselitismo, la società di viale Rinascita ha sfornato piccoli campioncini che sotto la guida dell’integerrima Francesca Saiu periodicamente regalano podi a livello nazionale.

Presso il Villaggio 4Mori tanti appassionati, vecchie glorie, forze attuali si sono strette attorno alla dirigenza sarrabese per sugellare questo anniversario che promette di dilatarsi ulteriormente. Tantissime le persone che hanno ricevuto premi speciali scandendo i momenti salienti di questa storia meravigliosa, tra cui il vice presidente della FITeT Sardegna Gian Luca Mattana ex giocatore del Muravera TT. Ma l’emozione più forte l’ha riservata il Comune di Muravera che ha voluto intitolare alla memoria di Giovanni Cuccu la ristrutturata palestra, teatro delle passate, presenti e future imprese del sodalizio sarrabese. I genitori del pongista scomparso nel 2017 sono rimasti senza parole, ma il gesto ha commosso veramente tutti. Compreso il presidente nazionale della FITeT Renato Di Napoli che manifestando ulteriormente il suo attaccamento alle vicende sarde del tennistavolo non è voluto mancare all’appuntamento. Tra le autorità presenti il vice sindaco di Muravera Cristiana Sogliano, l’assessore allo sport Matteo Plaisant, il consigliere regionale di origini muraveresi Roberto Caredda.

Il comitato isolano Fitet era rappresentato da Celestino Pusceddu, delegato provinciale della Provincia di Cagliari.

I festeggiamenti del genetliaco sono coincisi con l’edizione n. 13 della Coppa Muravera che si è snodata con un Top 8 under 13 femminile al quale hanno partecipato sette atlete della nazionale italiana accompagnate dai tecnici Gianluca Abbatticchio e Diana Styhar.

Al termine della combattutissima tenzone ha prevalso Gioia Picu (Alfieri di Romagna TT Edera), che per la lotta al podio ha preceduto Alice Galli (Asd TT Vallecamonica) e Sofia Episcopo (Tennistavolo Casamassima). Tra le azzurrine anche Laura Alba Pinna del Tennistavolo Sassari.

 

A SASSARI LA SECONDA VOLTA DI ANTONINO AMATO

 

Il momento propizio che la disciplina attraversa nell’isola abbraccia anche il capo di sopra dove il Tennistavolo Sassari a grandi passi riconquista quel ruolo di prestigio rimasto vacante diversi anni. Con la terza edizione 3° Trofeo Internazionale Città dei Candelieri lo staff organizzativo ha acquisito definitivamente gli strumenti per gestire al meglio un appuntamento che ha convogliato al Palasantoru dodici atleti di alto spessore tra cui Antonino Amato, tesserato con la Marcozzi: dopo il successo nella prima edizione, il siciliano ha fatto sua la kermesse sportiva intitolata alla memoria di Stefano Ganau e Sergio Visioli superando in finale il suo compagno di squadra cubano Moises Campos. Nel gradino più basso del podio salgono Maxim Kuznetsov (Santa Tecla Nulvi) e Francesco Palmieri (Sant’Espedito Napoli). La tre giorni agonistica è stata nobilitata da due degli artefici dello storico bronzo mondiale in Malesia: l’italo-cinese Yango e il lombardo Valentino Piacentini si sono confrontati con il pubblico turritano che ha riservato loro l’adeguata accoglienza, sapientemente coordinata dal presidente Marcello Cilloco. Ma il tocco sopraffino l’ha voluto riservare il presidente nazionale Renato Di Napoli che dopo la tappa cagliaritana, non ha tradito le aspettative degli appassionati locali, partecipando alla giornata conclusiva del Trofeo. Importante e significativo anche il momento ritagliato ai pongisti intellettivo relazionali che si sono esibiti prima del torneo ufficiale.

 

COPPE EUROPEE CON LA SARDEGNA IN SALSA FEMMINILE

 

Tre formazioni femminili sarde al via in due competizioni europee. La prima menzione spetta al Quattro Mori Cagliari che esordisce nella altisonante Champions League. Il team allenato da Stefano Curcio sarà di scena nei Paesi Baschi, assieme alle padrone di casa del Leka Enea Irun GEWO (10 settembre alle 10:00) e alle francesi del Saint-Denis US 93 Tennis de Table (11/9 h. 11:00) che formano il gruppo B.

Tennistavolo Norbello e Muravera A sono protagoniste nella Europe Cup. Le donne di marca guilcerina sono ospiti del Stolnotenisove Centrum SKST Bratislava (Slovacchia). Tre le sfide previste: il 7 settembre si è registrato l’esordio positivo: 3-2 contro il team francese TT Joué les Tours, bissato il giorno dopo con un netto 3-0 ai danni del club belga TT Malonne. Chiusura venerdì 9 settembre con il SKST Bratislava.

La formazione del Sarrabus è invece attesa a Linz (Austria). Due le gare previste nel primo giorno di permanenza (10 settembre): inizialmente l’esordio con il KTTC AFP Antwerpen (Belgio) alle 11, seguito dalla sfida con le locali del LZ Linz Froschberg, nove ore dopo. Il concentramento B si chiude l’11 settembre con le francesi dell’Entente Saint Pierraise TT (ore 11.00).

 

FRANCESCA SEU NEI BALCANI

 

Impegno internazionale per l’atleta di Muravera Francesca Seu che veste la maglia della nazionale in occasione del WTT Youth Star Contender Skopje (Macedonia). Allo Sport Centre Boris Trajkovski, Francesca partecipa nel singolo e doppio femminile assieme a Sofia Minurri, entrambe assistite dal tecnico federale Giuseppe Del Rosso. Nel misto gareggerà con il collega azzurrino Giacomo Izzo.

Previous articleSecondo appuntamento a Varazze con la rassegna “Al lume delle stelle”
Next articleBurning Dolomites: uno spettacolo naturale unico nel suo genere in Val Gardena