Home Altri sport Sport Invernali Gli U20 con..vincono, i Senior a podio a Santa Caterina Valfurva

Gli U20 con..vincono, i Senior a podio a Santa Caterina Valfurva

0
santa caterina
Elia Barp, Benjamin Schwinshackl - U20 men (Foto Newspower.it)

Giornata uggiosa, cielo imbronciato, qualche raggio di sole che filtrava dal Gavia, ma Santa Caterina Valfurva sorride, è arrivata la neve, giusto a sancire l’avvio di stagione con la gara FIS che dispensava anche punti per la Coppa Italia di sci di fondo.
Un’orchestra ben intonata quella dello Sci Club Alta Valtellina, che ha mandato in scena quattro gare molto combattute e spettacolari grazie anche ad una pista che ha retto all’assalto dei quasi 300 iscritti, una metà dei quali stranieri.
Giornata dedicata agli sprinter, quella di oggi, con le qualifiche del mattino che hanno visto primeggiare Nadine Laurent ed Elia Barp (U20), quindi la francese Lena Quintin e Simone Mocellini tra i senior. Un bel presupposto per i colori azzurri, ma le finali hanno dato esito diverso, in qualche caso su una pista di 1,3 km, gara in skating.
Innanzitutto onore ai vincitori: brava Nadine Laurent che ha onorato alla grande il suo pettorale numero 1. Prima in qualifica, prima nei quarti, prima in semifinale e… prima sul podio finale. La poliziotta (FFOO) di Gressoney è stata una bella conferma. Al maschile, la U20 è stata un po’ la fotocopia della gara di Nadine. Elia Barp, il finanziere di Borgo Valbelluna che ora vive a Falcade, anche lui col pettorale numero 1 del miglior tempo in qualifica, ha dettato legge ai quarti, in semifinale e in finale.
Nella gara senior non è andata proprio come ci si aspettava, almeno dopo le qualifiche e dopo le prime fasi.
Tra le donne ha vinto l’austriaca Lisa Unterweger, nulla da dire sulla sua vittoria limpida e meritata. Con i se e con i ma non si vincono le gare, ma… se Elisa Brocard non avesse rotto un bastoncino nelle fasi cruciali dopo il secondo posto in qualifica, dopo la vittoria ai quarti e il secondo posto in semifinale, proprio alle spalle dell’austriaca, forse il risultato sarebbe stato diverso. Per i maschi senior lo stadio del fondo “La Fonte” era pronto a celebrare la gran giornata del trentino e portacolori delle FFGG Simone Mocellini. La sua finale è stata un’opera d’arte. È stato costretto ad inseguire perché non è partito al meglio, ha fatto un gran recupero sull’unica salita impegnativa, ma il “galletto” Renaud Jay ha fatto… il galletto. C’era anche Michael Hellweger, secondo in qualifica, che fino a metà finale era li li per fare il diavolo a quattro, ma il diavolo invece… ci ha messo la coda. Il poliziotto si è toccato con l’altro transalpino Tom Mancinì e … addio sogni di gloria. Il podio maschile senior vede dunque primo Jay seguito da Mocellini, terzo posto per Mattia Armellini (FFOO), con un atteso Davide Graz (atteso soprattutto dopo le gare test di Livigno) ad accontentarsi del quinto posto davanti a Mikael Abram (CS Esercito), bravo in qualifica e anche lui costretto ad arrendersi.
Tra le donne, con la Unterweger reginetta, bene anche la francese Lena Quintin, una coppia straniera che ha messo in fila Nicole Monsorno, in giornata “si”, Chiara De Zolt, Elisa Brocard e Federica Cassol. Manca dalle cronache la biathleta Federica Sanfilippo. Brava in qualifica, poi ha avuto un piccolo problema fisico ai quarti ed è sparita di scena.
Tra le U20, difficile per tutte pensare di mettere i propri sci davanti alla poliziotta Nadine Laurent (che non è parente della più nota Greta), ma Iris De Martin Pinter si è difesa con onore conquistando un secondo posto che vale di sicuro più dell’argento. La francesina Julie Pierrel è balzata sul terzo gradino del podio ai danni di Lucia Isonni, Giulia Negroni e Denise Dedei. La U20 maschile ha registrato l’acuto, per molti inatteso, dello slovacco Jachym Cenek, che ha tolto l’argento di bocca a Gabriele Rigaudo, il cuneese comunque felice del terzo posto dopo un recupero da manuale. Dietro Ghio, Carollo e Schwingschackl. Di imprese da raccontare in questa frizzante – in tutti i sensi – giornata ce ne sarebbero a bizzeffe. Intanto l’avventura continua domani, con la 10 e 15 km, sempre in tecnica libera a Santa Caterina Valfurva tutto imbiancata.
Info: www.santacaterina.it – www.sciclubaltavaltellina.it

Senior maschile
1 Jay Renaud FRA; 2 Mocellini Simone ITA; 3 Armellini Mattia ITA; 4 Mancini Tom FRA; 5 Graz Davide ITA; 6 Michael Abram ITA

Senior femminile
1 Unterweger Lisa AUT; 2 Quintin Lena FRA; 3 Monsorno Nicole ITA; 4 De Zolt Ponte Chiara ITA; 5 Brocard Elisa ITA; 6 Cassol Federica ITA

Under 20 maschile
1 Barp Elia ITA;2 Cenek Jachym SVK; 3 Rigaudo Gabriele ITA; 4 Ghio Davide ITA; 5 Carollo Martino ITA; 6 Schwingshackl Benjamin ITA

Under 20 femminile
1 Laurent Nadine ITA; 2 De Martin Pinter Iris ITA; 3 Pierrel Julie FRA; 4 Isonni Lucia ITA; 5 Negroni Giulia ITA; 6 Dedei Denise ITA

Previous articleIl 6° Tindari Rally accende i motori con 111 equipaggi
Next articleA tu per tu con il match analyst del Tavagnacco, Luca Dovigo