Home Calcio Calcio Femminile Pareggio per il Brescia Calcio Femminile sul campo della Lazio

Pareggio per il Brescia Calcio Femminile sul campo della Lazio

0
Brescia Calcio Femminile
Calcio Femminile: Lazio -Brescia

LADISPOLI (ROMA) – Il Brescia Calcio Femminile esce con un meritato pareggio dal campo della Lazio nell’esordio nel campionato di Serie B. A Ladispoli, vista l’indisponibilità del campo “Fersini” di Formello, le ragazze di mister Seleman (in tribuna perché ha due giornate di squalifica da scontare, in panchina il preparatore dei portieri Giorgio Negro) hanno offerto una prova convincente sotto tantissimi aspetti: quello del gioco, del carattere, della determinazione e del furore agonistico. Sicuramente una squadra lontana parente, in meglio, di quella vista solo sette giorni fa a Cittadella in Coppa Italia. In gol al 90′ Teresa Fracas, che bagna così l’esordio con la maglia del Brescia con un gol pesantissimo. A portare in vantaggio le padrone di casa la punizione di Toniolo al 45′.

LA GARA – Il primo Brescia di mister Seleman è schierato con il 4-3-3: Lugli in porta; difesa con Viscardi, Galbiati, Barcella e Fracaros; in mediana Brayda, Magri e Cristina Merli; in attacco Hjohlman, Kustrin e Luana Merli. Arbitra Paul Aka Iheukwumere de L’Aquila.
Le squadre si studiano a lungo nella prima parte di gara, e le azioni interessanti arrivano dal 25′ in poi: punizione di Cristina Merli deviata dalla barriera, il pallone arriva a Luana Merli che si accentra e cerca il tiro di destro, facile parata di Guidi. Il Brescia gioca bene, e manovra con qualità: al 27′ filtrante di Brayda per Luana Merli che cerca la conclusione sul primo palo ma non riesce a dare forza al pallone. Al 33′ occasione per le Leonesse: Hjohlman si invola sulla fascia destra, mette in mezzo un cross sul quale si fionda Luana Merli in tuffo ma senza trovare un impatto felice col pallone. Ancora Brescia: al 37′ Magri lancia ancora Luana Merli in profondità, l’attaccante entra in area, scarta verso il centro ma Kakampouki la blocca al momento del tiro. Nel finale di tempo la Lazio esce fuori: al 39′ biancocelesti pericolose con un’azione avvolgente che porta Pittaccio al cross da destra ma il pallone non viene raccolto dalle compagne in area. Al 45′ il gol della Lazio: punizione da posizione defilata di Toniolo che trova lo spazio sul primo palo con una conclusione tagliata.
Lo svantaggio immeritato sicuramente lascia qualche scoria nelle Leonesse, che nella ripresa non mostrano lo stesso piglio soprattutto dal punto di vista della qualità nella circolazione di palla, e la Lazio prende progressivamente campo. Al 2′ tentativo di Chatzinikolaou da fuori, pallone alto. All’11’ Colombo è lanciata in verticale, ma Fracaros e Lugli bloccano l’iniziativa rifugiandosi in corner. Al 12′ occasione Lazio: sul diagonale di Fuhlendorff è splendido l’intervento in allungo di Lugli. E’ il momento migliore delle biancocelesti che spingono alla ricerca del raddoppio: al 13′ gol annullato per fuorigioco a Visentin. Dalla metà della ripresa la partita torna su binari di maggiore equilibrio: al 24′ Brescia pericoloso con il colpo di testa di Fracas su cross di Hjohlman, pallone alto. Al 35′ Lazio pericolosa in contropiede e vicina al 2-0: Visentin però sbaglia l’ultimo passaggio e Lugli arriva con le mani sul pallone. Al 38′ ancora l’estremo difensore delle Leonesse decisivo: prima con un tuffo plastico a deviare il tiro-cross di Visentin, poi sul rimbalzo arriva in corsa Castiello che calcia potente ma centrale e Lugli riesce ad opporsi con i piedi. Al 44′ tiro di Fracas dal limite ma per Guidi nessun problema. Al 45′ tiro di Pittaccio da posizione defilata, para a terra Lugli. Sul ribaltamento di fronte il pareggio del Brescia: Fracas colpisce di testa sul secondo palo su cross di Luana Merli. Guidi tocca ma non trattiene. Nel finale, al 48′ Lazio vicina al gol con Proietti che cerca una sorta di pallonetto dopo che il rinvio di Lugli era stato intercettato: il portiere del Brescia però riprende posizione e blocca la sfera.
Finisce così, con le Leonesse a ringraziare i tifosi che si sono sobbarcati una lunga trasferta per incitarle e sostenerle e gioire per un risultato positivo che lascia sicuramente ben sperare per il prosieguo della stagione. Tra sette giorni esordio casalingo al Centro Sportivo “Mario Rigamonti” contro l’Arezzo.

LE INTERVISTE – Con la squalifica di mister Seleman, a parlare è il preparatore dei portieri Giorgio Negro: «Le ragazze sono state bravissime, hanno giocato una grande partita sotto tutti i punti di vista e in campo si è visto quello che avevamo preparato in settimana. Non possiamo che essere contenti per quello che abbiamo visto in campo, indipendentemente dal risultato, che comunque è importante e fa morale. Avanti così»

Grande protagonista fra i pali, Alice Lugli: «Un pareggio sicuramente giusto, l’importante era dimostrare il carattere della nostra squadra. Penso che in campo si sia visto, per come siamo riuscite a recuperare la partita. Era un tipo di partita e prestazione che cercavamo, è ovvio che la strada è ancora lunga e c’è tanto da lavorare. Abbiamo appena iniziato con mister Seleman e il percorso è lungo e ci porterà sicuramente tante soddisfazioni». Sulla prestazione personale: «Sono contenta, mi dispiace per il gol preso perché probabilmente si poteva fare qualcosina di più. E’ ovvio che prendere gol non è mai bello, però riuscire a mantenere la squadra così tanto in partita è una bella soddisfazione».

Esordio con gol al 90′ per Teresa Fracas: «Sono felicissima di iniziare nel migliore dei modi la stagione, soprattutto perché la squadra mi ha aiutata molto quando sono entrata e sono molto contenta insieme a loro di aver pareggiato questa partita, fondamentale per noi». Gara intensa, giocata molto bene dalle Leonesse: «Molto bene nel primo senza dubbio, poi nalla ripresa abbiamo avuto meno occasioni, però quello che importa è che alla fine siamo riuscite a prenderci questo punto». Un pareggio e una prestazione che rappresentano sicuramente un forte riscatto dopo Cittadella: «Sicuramente, era fondamentale iniziare al meglio il campionato. Giochiamo una partita alla volta».

IL TABELLINO

LAZIO-BRESCIA 1-1
Lazio Guidi, Eriksen, Kakampouki, Chatzninikolaou (48’ st Proietti), Fuhlendorff, Castiello, Toniolo, Falloni, Colombo (31’ st Pezzotti), Pittaccio, Visentin (43’ st Palombi). (Natalucci, Khellas, Vivirito, Groff, Musolino, Jansen). Allenatore Catini
Brescia Lugli, Viscardi, Barcella, Galbiati, Fracaros (42’ st Panza), Brayda, Magri (24’ st Pasquali), Merli Cristina (24’ st Bianchi), Hjohlman, Kustrin (1’ st Fracas), Merli Luana. (Ferrari, Perin, Pietikainen, Ripamonti, Vavassori). Allenatore Seleman (squalificato, in panchina Negro)
Arbitro Paul Aka Iheukwumere de L’Aquila; assistenti Domenico Lombardi di Chieti e Gian Marco Cardinali di Perugia
Reti pt 45’ Toniolo; st 45’ Fracas
Ammonite Falloni
Note Stadio “Angelo Sale” di Ladispoli (RM). Calci d’angolo 8-3. Recupero pt 1’, st 6’.