Home Altro Varie

I Cavalli Zoppi Baciano Meglio, il nuovo album di Benna

0
Benna
Benna

“I CAVALLI ZOPPI BACIANO MEGLIO”, IL NUOVO ALBUM DI BENNA. UN DISCO CHE PARLA DI PERSONE NORMALI, PERSONE CHE NON SANNO DI ESSERE SPECIALI.

RADIO DATE DAL 13 GENNAIO 2023

Cosa succede quando i cavalli diventano zoppi? Spesso vengono dimenticati, non potendo più gareggiare restano lì, ignorati perché incapaci, secondo qualcuno, di dimostrare il valore della propria esistenza. Concept dell’album sono proprio gli outsider, quelli considerati invisibili o non considerati proprio, le persone normali, quelle che apparentemente non fanno luce: sognatori senzatetto, passeggeri di Intercity, genitori che combattono il tempo, cercatori di emozioni snobbate, cravatte slacciate ai matrimoni, coltivatori d’amore in un periodo storico dove l’odio sembra un’edera rampicante su una casa abbandonata, parla di depressione e acquari, parla di arte non indottrinata. Un lavoro di tre persone che crea un viaggio, una storia: la voce e i testi di Benna, la produzione curata da Mirino, la direzione artistica affidata a Nicholas Manfredini.

I CAVALLI ZOPPI BACIANO MEGLIO: le parole di questo brano riassumono le intenzioni nel disco intero e il tempo in cui questo disco è stato scritto e realizzato. “Mentre diluvio di fuoco ustionano le terre / e sarti cuciono confini sul corpo di Venere / sbattono le ali gli arcangeli delle guerre / e noi, a provare a scolpire figli dalla cenere”. Sono parole apocalittiche, ma piene di speranza, soprattutto la speranza di poter costruire vita. Una canzone sussurrata, corta, lieve, che lascia alle parole il compito di mostrare i muscoli. E così, i cavalli zoppi baciano meglio, le persone ferite, le persone che sembrano non avere importanza in una società che guarda solo ciò che vuole guardare, alla fine, sono coloro che danno di più, che sognano di più. Sono gli invisibili, gli ultimi, quelli a cui nessuno dedica una statua, ma sono anche quelli a cui una statua andrebbe dedicata.

CUFFIE: siamo su un treno, ci sono delle cuffie, che isolano la mente dai rumori del mondo. Le cuffie sono quello strumento che serve per sentire solo quello che vogliamo sentire, sono quel momento in cui decidiamo noi che rumore fanno i binari, perché alla fine, che sia cantata o solo ascoltata, la musica ci salva la vita.

IL MATRIMONIO DI MICHELE E MARTA: Michele e Marta si sono sposati il 7 dicembre del 2021, l’artista era presente. È stato un matrimonio sincero, che li vestiva benissimo, che li illuminava. Benna ha voluto così raccogliere tutte le sensazioni di quel giorno in cui era lì a gioire per loro da invitato, a gioire perchè era presente ad un giorno che, in un modo o nell’altro, non potrà mai essere dimenticato.

OCCHIALI DA SOLE: guardare il mondo da occhi timidi nascosti sotto occhiali scuri lascia tanto tempo per riflettere. La realtà è che questa canzone, nata subito dopo lo scoppio del conflitto in Ucraina, è una canzone che parla di pace, interiore quanto globale. Di quante cose nascondo gli occhi quando nessuno li vede e di quanto, a volte, il silenzio possa salvare il mondo.

UN CAPPELLO PER TERRA: Un cappello per terra è l’innamoramento di un suonatore di strada, che coltiva i suoi sogni a forza di monetine. Non potrà mai prendersi cura di una persona e non potrà mentirle più di tanto. È un addio scritto, ma senza tristezza. È la consapevolezza di un sogno, anche quando si infrange.

CANZONETTA INDIE: è una domenica pomeriggio delle più normali, nel salotto di una casa normale. È l’amore di due persone normali, diametralmente opposte tra loro, che coltivano l’amore arricchendosi delle loro diversità, perché in fondo, nessuno di noi è uguale all’altro e meno male, altrimenti sai che noia.

IL PESCE ROSSO: la natura del pesce rosso è strana, per sopravvivere non può restare troppo a galla. E così anche chi crea, ha bisogno di affondare nel proprio limbo per trovare le risorse per esprimere quello che sente. E va bene, va bene affondare, anche se a volte è davvero pericoloso.

Questo brano ha, come tanti nel disco, due livelli di lettura, visto che è accompagnato da una produzione che risulta, al primo ascolto, estiva e leggera, una maschera ad un testo che di leggero, non ha niente.

IL PANE: la vita è come il pane, silenziosamente lievita. È una canzone da genitori. E l’essere genitori è il viaggio più bello che si possa fare. Solo che durante il viaggio passa il tempo, si trasforma lo spazio, di restringono gli spazi, si inerpicano le strade. E quando ti volti indietro qualcosa è per forza rimasto indietro e ti coglie presto o tardi la paura di non poter rivivere certi momenti.

ABBIAMO VINTO GLI EUROPEI: è solo una palla che rotola. E invece no, non lo è. Un’emozione non vale tanto o poco in base al nostro interesse per ciò che la provoca. Facile il riferimento al calcio tanto snobbato dai radical chic. Questa canzone è nata dopo la finale degli europei del 2021, mentre l’artista guardava il figlio festeggiare qualcosa che non aveva mai festeggiato e pensava, intanto, alla fortuna di essere insieme. Pezzo molto prezioso anche grazie alla strofa di Barf.

BIOGRAFIA ARTISTA

Benna è il soprannome di Marco Benati, nato a Carpi (MO) il 7 Ottobre 1981. Fin da giovane ha fatto parte di diverse band, spaziando dal grunge al punk e all’hip hop e al crossover, ma è “solo” dal 2016 che ha deciso di fare musica da solo, cercando di unire il cantautorato che ho sempre amato con il rap, genere che l’ha influenzato sin da bambino. Il mio primo disco da solista è del 2017 intitolato “Al Lupo!”, album con sonorità cupe ed elettroniche, accompagnato dai singoli, presenti anche su Youtube con i video, “Paroleperdenti”, “Iene vs licantropi” e “Lord of the ring”. Nel 2018 ha collaborato con Asmodee Italia per il singolo “#ViAsmo” per la presentazione di un evento importante “Play Modena”. Nel 2019 hanno fatto uscire il secondo disco, “Il pirata che ha trovato loro”, con i singoli “Attimi di pensione”, “Saetta McQueen” e “Giochiamo”. Negli ultimi mesi del 2019 inizia la sua collaborazione con Mirino, che si occupa di tutte le sue produzioni e con Nicholas Manfredini, cantautore, musicista e grande amico, che segue tutta la produzione artistica in studio dei pezzi e duetta spesso, con l’artista. Da questa collaborazione nasce “L’insegnamento dell’asino”, terzo disco composto originariamente da 13 tracce, aumentato poi a 15 con un remix di Mirino ed il singolo “Mi Innamoravo di tutto” feat. Nicholas Manfredini. Il disco, uscito in pieno lockdown il 30 marzo, è stato preceduto dai singoli “Noah”, in cui Benna duetta con uno dei suoi due figli, e “Il mio vestito nuovo”, il cui video è stato girato, insieme ad amici da tutta Italia, ognuno da casa e poi montato da Luca Fabbri. Successivamente come singoli sono usciti anche la title track “L’insegnamento dell’asino” e “J-Ax”, pezzo molto ironico dedicato al cantante milanese con cui condivide anche una certa somiglianza fisica. Nel novembre del 2020 inizia a lavorare su un nuovo progetto, che è partito dal singolo “Bella Italia”, cantato insieme alla sua compagna Sara Conato, brano scritto per il docufilm di Lorenza Benatti “Road to bella Italia” disponibile su TimVsion e su YouTube. Il 5 Marzo 2021 è invece uscito “Perenne”, una ballata dedicata ai due figli (Per N, che è l’iniziale dei loro nomi). Il 18 giugno 2021 è uscito il singolo Santa Musica, con Nicholas Manfredini, un’autentica preghiera, scritta per la Musica, quella con la “M” maiuscola, quella che ci accompagna fedele in ogni passo della nostra vita e che ne appunta tutti i ricordi Il 24 Settembre è uscito, in presentazione al disco, il singolo “La cosa più bella che ho visto”, che anticipa appunto l’album “20×2”, sulle piattaforme digitali dall’8 di ottobre 2021. Un disco di 20 canzoni, che celebra i suoi 40 anni. Il nuovo progetto, incentrato sulla ricerca della parte poetica nei testi associata ad una musicalità molto elettronica vede il suo primo passo il 15 aprile 2022, con la pubblicazione di “Un cappello per terra”. Il primo Luglio 2022 esce “Il pesce rosso” una canzone che parla del problema della depressione, mascherata da hit estiva, secondo passo di questo nuovo progetto dell’artista. Infine nel settembre 2022 esce “Cuffie”, la sorella maggiore di “Santa Musica”, un brano che richiede più livelli di ascolto, ma che al primo di questi suona forte e orecchiabile. Scritta e cantata insieme a Nicholas Manfredini e prodotta da Mirino. Nel novembre 2022 esce “Canzonetta Indie”, brano che anticipa l’uscita dell’album.

www.facebook.com/people/Benna-Official/100063527078500/

Previous articleRugby Liguria
Next articlePallavolo serie B/m: NPSG TRADING LOGISTIC – PVL CIRIÈ